Ascolta chi parla, 22 Ottobre

La nostra malattia è talmente subdola che può metterci in situazioni impossibili.
–Testo Base pag. 94


Molti di noi dicono: “La mia malattia mi sta parlando”. Altri dicono: “Il mio cervello non riesce a prendersi una pausa” oppure “la mia mente è del tutto confusa” o ancora “ho la scimmia sulla schiena ”. Affrontiamo tutto ciò. Soffriamo di una malattia incurabile che continua a tormentarci anche durante il recupero. La nostra malattia ci dà informazioni distorte su ciò che sta accadendo nella nostra vita. Ci dice di non guardarci perché quello che vedremo è troppo spaventoso. A volte ci dice che non siamo responsabili di noi stessi e delle nostre azioni; altre volte ci dice che tutto quello che di sbagliato avviene nel mondo è esclusivamente colpa nostra. La malattia ci inganna per rendersi credibile.

Il programma di NA ci offre molti argomenti per contrastare la dipendenza, argomenti ai quali possiamo credere. Possiamo chiamare lo sponsor e analizzare la realtà. Possiamo ascoltare la voce di un dipendente che cerca di rimanere pulito. La soluzione finale è lavorare i passi e affidarci alla forza di un Potere Superiore che ci aiuterà a superare i pericoli quando è “la malattia a parlare”.


Solo per oggi

Ignorerò la “voce” della mia malattia. Ascolterò la voce del programma e quella di un Potere più grande di me stesso.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X