Essere se stessi, 28 Novembre

Essere veramente umili significa accettarci e provare onestamente a essere quello che siamo.Testo Base, pag. 41-42


“Umiltà” è un concetto che ci lascia perplessi. Sappiamo tutto sull’umiliazione, ma l’umiltà è un aspetto del tutto nuovo. Ha un suono ambiguo, come un qualcosa di strisciante, umiliante e soffocante; ma l’umiltà non è questo. La vera umiltà è semplicemente accettare chi realmente siamo.

Quando affrontiamo per la prima volta un passo dove si usa il termine “umiltà”, in realtà abbiamo già iniziato a mettere in pratica questo principio. Il Quarto Passo ci offre l’opportunità di esaminare chi siamo nel profondo e il Quinto ci aiuta ad accettare questa nuova conoscenza.

Mettere in pratica l’umiltà comprende l’accettazione della nostra natura più vera, ossia essere onestamente noi stessi. Non abbiamo più bisogno di strisciare o degradarci e nemmeno di sembrare più felici, più in gamba o più sani di come realmente siamo. Umiltà significa semplicemente distaccarsi da tutte le finzioni e vivere nel modo più onesto possibile.


Solo per oggi: Lascerò che le mie azioni siano guidate dalla conoscenza della mia natura più vera. Oggi sarò me stesso di fronte alla realtà.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X