Il mio contributo, 22 Agosto

Quando ci dimostriamo capaci di aprirci e di aiutare gli altri verifichiamo la nostra crescita spirituale.Testo Base pag. 66


L’aspirazione più grande del cuore umano, forse, è fare qualcosa di diverso nel mondo, contribuire con qualcosa di speciale. Ognuno di noi, indipendentemente dalla sua natura, ha qualcosa di unico da offrire.

La fortuna è che, a un certo punto del nostro recupero, incontriamo qualcuno che entra in sintonia con noi come nessun altro. Magari è una persona che ci fa ridere alla prima riunione, oppure uno sponsor sensibile e affettuoso o un amico comprensivo che ci ha dato una mano in un momento di tempesta emotiva; questa persona rappresenta un grande punto di svolta per la nostra vita.

Tutti noi abbiamo ricevuto il dono del recupero condiviso da un altro dipendente in recupero e per questo siamo grati. Esprimiamo la gratitudine condividendo liberamente con gli altri i doni ricevuti. Il nostro messaggio personale potrebbe aiutare un nuovo venuto che solo noi possiamo raggiungere.

Ci sono molti modi di servire la fratellanza. Ognuno di noi si rende conto di fare alcune cose meglio di altre, ma tutti i servizi hanno la stessa identica importanza. Se vogliamo servire, possiamo stare certi di trovare la maniera giusta di contribuire.


Solo per oggi: Il mio contributo è utile. Oggi offrirò il mio aiuto.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X