Il volere di Dio o il mio?, 22 Febbraio

Abbiamo continuato a fare il nostro inventario personale e quando ci siamo trovati in torto lo abbiamo subito ammesso.Decimo Passo


In Narcotici Anonimi abbiamo costatato che più viviamo in armonia con la volontà del nostro Potere Superiore, tanto più grande è l’armonia nella nostra vita. Usiamo il Decimo Passo per aiutarci a conservare questa armonia. Tutti i giorni, dedichiamo un po’ di tempo a osservare il nostro comportamento. Alcuni di noi misurano ogni azione con una domanda molto semplice: “È il volere di Dio o è il mio?”.

In molti casi, ci rendiamo conto che le nostre azioni erano in armonia con il volere del nostro Potere Superiore e, a nostra volta, eravamo in armonia con il resto del mondo. In alcuni casi, comunque, scopriamo delle dissonanze fra il nostro comportamento e i nostri valori. Abbiamo agito secondo il nostro volere e non secondo quello di Dio, il risultato è stato una dissonanza nella nostra vita.

Quando scopriamo tali contraddizioni ammettiamo i nostri torti e corriamo ai ripari. Avendo una maggiore consapevolezza di quello che crediamo sia il volere di Dio in queste situazioni, siamo molto meno inclini a ripetere le stesse azioni. Potremo vivere in maggior sintonia con il volere del nostro Potere Superiore e con il resto del mondo.


Solo per oggi: Desidero vivere in armonia con il mio mondo. Oggi, esaminerò le mie azioni e mi domanderò: “È il volere di Dio o è il mio?”.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X