Noi tutti apparteniamo, 18 Ottobre

Anche se «la politica fa litigare gli amici» come dice il vecchio proverbio, la dipendenza ci rende uguali.
–Testo Base pag. 98


Che miscuglio di persone si trova in Narcotici Anonimi! In una qualsiasi riunione di una sera qualunque, potremo trovare una varietà di persone che probabilmente non si sarebbero mai sedute nella stessa stanza se non fosse stato per la malattia della dipendenza.

Uno dei nostri membri che di professione fa il medico ha descritto la propria incapacità di identificarsi, durante la prima riunione, con il rifiuto di stare in “quel locale pieno di tossici”. Una donna che aveva alle spalle un’esperienza di diversi anni in carcere e in vari istituti condivise una sensazione analoga, tranne che era rimasta sbalordita dal fatto che “laggiù” c’era gente simpatica, persino vestita bene!”. Questi due amici recentemente hanno celebrato il loro settimo anniversario di matrimonio.

Le persone più diverse fra loro danno vita ad amicizie, si sponsorizzano a vicenda e fanno servizio insieme. Ci troviamo tutti nelle stanze del recupero, condividendo i legami e le sofferenze del nostro passato e la speranza per il futuro. Ci incontriamo ponendoci sullo stesso piano e guardando ai due aspetti che ci accomunano tutti: la dipendenza e il recupero.


Solo per oggi

Quali che siano le mie peculiarità, io appartengo.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X