Riconoscere i difetti per quello che sono, 8 Dicembre

Man mano che nella nostra vita scopriamo i difetti e li accettiamo, possiamo disfarcene e dare inizio a una nuova esistenza.Testo Base, pag. 40


Talvolta la nostra disponibilit√† a lasciare che i nostri difetti di carattere vengano eliminati dipende dal modo in cui noi li definiamo. Se definire in maniera errata i nostri difetti li fa sembrare un po’ meno ‚Äúcarenti‚ÄĚ, potremmo non riuscire a vedere il danno che essi causano. E se non sembra che causino alcun danno, perch√© mai chiedere al nostro Potere Superiore di eliminarli dalla nostra vita?

Per esempio, prendete la frase: ‚ÄúPiacere alla gente‚ÄĚ: non suona poi cos√¨ male, no? Significa solo che siamo graditi alle persone, giusto? Niente affatto. Per onest√†, vuol dire che non siamo sinceri e tendiamo a manipolare. Mentiamo riguardo ai nostri sentimenti, alle nostre convinzioni e ai nostri bisogni, cercando di tranquillizzare gli altri e portarli verso i nostri desideri.

Oppure pensiamo di essere persone ‚Äúche se la prendono con calma‚ÄĚ. Ma ‚Äúprendersela con calma‚ÄĚ vuol dire trascurare le faccende domestiche, evitare di confrontarci e starsene adagiati nella comodit√†? Allora la parola pi√Ļ adatta √® ‚Äúpigrizia‚ÄĚ o ‚Äúprocrastinazione‚ÄĚ o ‚Äúpaura‚ÄĚ.

Molti di noi hanno difficolt√† a identificare i propri difetti di carattere. Se questo √® un problema che ci riguarda, possiamo parlarne con il nostro sponsor o con gli amici di NA. Descriviamo chiaramente e onestamente il nostro comportamento e chiediamo il loro aiuto per identificare i nostri difetti. Con il passare del tempo, diveniamo progressivamente pi√Ļ bravi nell’identificare i nostri difetti di carattere chiamandoli con il loro vero nome.


Solo per oggi: Chiamerò i miei difetti con il loro vero nome. Se non ci riuscirò, chiederò aiuto al mio sponsor.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X