Vivere con le esperienze spirituali, 12 Maggio

Si dice che, affinché la meditazione abbia valore, si devono vedere i risultati nella vita quotidiana.Testo Base pag. 54


Lavorando il programma ci vengono date molte indicazioni indirette della presenza del Potere Superiore nella nostra vita: la sensazione di pulizia che tanti di noi provano facendo il Quinto Passo, l’impressione di essere finalmente sulla giusta strada quando facciamo le ammende, la soddisfazione che otteniamo nell’aiutare un altro dipendente. La meditazione, comunque, occasionalmente ci porta straordinarie indicazioni della presenza di Dio nella nostra vita. Queste esperienze non significano che siamo diventati perfetti o che siamo “guariti”. Sono assaggi che ci vengono dati dalla fonte stessa del nostro recupero, che ci ricordano la vera natura delle cose che stiamo perseguendo in Narcotici Anonimi e ci incoraggiano a continuare il cammino lungo il nostro percorso spirituale.

Tali esperienze dimostrano in termini inequivocabili che siamo entrati in contatto con un Potere molto più grande di noi stessi. Ma come facciamo a integrare questo straordinario Potere nelle nostre vite ordinarie? I nostri amici di NA, il nostro sponsor e altre persone possono essere più esperti di noi nelle questioni spirituali; se glielo chiediamo, possono aiutarci ad adattare le nostre esperienze spirituali in un naturale modello di recupero e di crescita spirituale.


Solo per oggi: Cercherò tutte le risposte di cui ho bisogno per capire le mie esperienze spirituali e integrarle nella vita di ogni giorno.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

X